• Telefono:

    Tel: +39 06 93954048

header_image
Ricerca Avanzata
Risultati della ricerca

Locazione Canone Concordato

by Roberto on 26/10/2017
Locazione Canone Concordato
Commenti:0

Il contratto di affitto a canone concordato, disciplinato dalla legge 431 del 1998 e poco considerato fino a poco tempo fa, oggi rappresenta certamente la migliore scelta contrattuale per la maggior parte dei proprietari che intendono porre in locazione la propria casa. A differenza dei contratti a canone libero (4+4), il contratto di affitto a canone concordato prevede che l’importo del canone non sia libero, ma determinato da apposite tabelle, denominate Patti Territoriali, stabilite da precisi accordi locali tra le associazioni dei proprietari e degli inquilini.

Cerchiamo di capire meglio le caratteristiche del contratto di affitto a canone concordato: innazitutto la durata minima prevista per questa tipologia è pari ad anni 3+2, aumentabile a scelta delle Parti. Da questa prima informazione è semplice comprendere il primo vantaggio che un contratto di affitto a canone concordato permette di ottenere; infatti, vincolando le Parti per una durata inferiore rispetto al più conosciuto contratto a canone libero (4+4), sarà possibile per i proprietari rientrare in possesso della propria abitazione in un tempo inferiore di ben 3 anni, con l’evidente vantaggio di poter rinegoziare il canone di locazione secondo i nuovi valori vigenti a quella data.

Ma quello che in assoluto rende estremamente conveniente il contratto di affitto a canone concordato, è la tassazione fiscale allo stesso attribuita. Infatti, con l’emanazione del Decreto Legge n. 47 del 28 marzo 2014 con Misure urgenti per l’emergenza abitativa (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 73 del 28 marzo 2014), per tutti i proprietari di abitazioni con contratto di affitto a canone concordato, l’imposta dovuta per il reddito derivante da locazione è stata addirittura ridotta al 10 %, rispetto al precedente 15 % previsto dalla Legge di Stabilità 2013 operante dal 1° gennaio 2013. Ci teniamo a sottolineare la notevole differenza esistente con la cedolare secca prevista per il contratti 4+4 (canone libero), attualmente pari al 21 %. Riportiamo un esempio per meglio comprendere l’evidente differenza economica, ipotizzando una casa affittata ad un canone di € 7200,00 annui (600 mensili):

– imposta dovuta sul contratto a canone libero (4+4) : € 1512,00;

– imposta dovuta sul contratto di affitto a canone concordato (3+2) : € 720,00

Dal veloce esempio sopra riportato risulta chiaro l’enorme vantaggio economico, con un risparmio pari ad € 792,00 annui!

A tale vantaggio fiscale va aggiunto che, grazie all’entrata in vigore della legge n. 208 del 28 dicembre 2015 (cosiddetta “Legge di Stabilità 2016”), tutti coloro che metteranno in locazione la propria abitazione con un contratto a canone concordato vedranno ridotta l’IMU dovuta del 25%!

Ma i vantaggi legati alla scelta della tipologia di contratto di affitto a canone concordato non riguardano solo i proprietari; infatti sono previsti interessanti vantaggia anche a favore dell’inquilino il quale ha diritto ad una detrazione fiscale, a seconda del proprio reddito, variabile da € 247,90 ad € 495,80 per ogni anno di locazione. Ora, probabilmente molti si staranno chiedendo come mai, alla luce di tutti gli evidenti vantaggi sopra richiamati, il contratto di affitto a canone concordato risulti ancora poco utilizzato.

La risposta è da ricercare da un parte nella poca informazione della maggior parte degli addetti ai lavori, dall’altra nella “difficoltà” da parte dei proprietari di determinare il giusto canone di locazione e per la stesura del contratto che contiene informazioni delicate che vanno riportate con cura.

Ci fa piacere comunque segnalarvi che presso la nostra agenzia è possibile richiedere la determinazione del canone e la stesura del contratto di affitto a canone concordato con successiva registrazione telematica del contratto stesso. Chiaramente ci occupiamo anche della trasformazione di tutti i contratti attualmente in essere!

Per ulteriori chiarimenti ed informazioni in merito al contratto di affitto a canone concordato Vi invitiamo a contattarci ai seguenti recapiti: 06/93954048 oppure agenziadomusre@gmail.com

Share

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Confronta